Il sistema I/O excom libera spazio nelle sale controllo

Presso la sede Chevron Phillips Chemicals International NV, il sistema excom di Turck sta sostituendo il sistema I/O esistente e gli impianti nella zona separata a rischio di incendio, liberando molto spazio nelle sale controllo e nei locali tecnici

Il sistema I/O utilizzato per il sistema di controllo Honeywell presso la Chevron Phillips Chemicals International NV (CPChem) di Beringen, nel Belgio, è stato messo fuori produzione dal costruttore. CPChem ha identificato il prodotto excom di Turck come sistema I/O più adatto a sostituire la soluzione precedente. Turck Mechatec ha preparato i quadri di comando completamente precablati con rack excom e speciali pannelli di distribuzione per CPS, che è stato possibile mettere in funzione sul posto molto rapidamente. Oggi excom consente di risparmiare molto spazio nelle sale di controllo e locali tecnici in quanto integra un'area isolata per i sistemi a rischio di incendio che in precedenza occupava molto spazio. Il fatto che tutti gli I/O siano gestiti allo stesso modo, indipendentemente dal fatto che si trovino nella Zona 1, 2 o nell'area di sicurezza, costituisce un altro vantaggio.

  • Chevron CPChem di Beringen, in Belgio

  • Pronto per la connessione: Turck Mechatec aveva pre-cablato i quadri di controllo con excom

  • Bastava montare i connettori grandi per completare i collegamenti sul campo

  • Sarah Gyssels, Ingegnere presso lo stabilimento

Presso l'azienda petrolchimica Chevron Phillips Chemicals International NV, il dispositivo excom di Turck sostituisce oggi il precedente sistema I/O e la barriera a sicurezza intrinseca, riunendo entrambi i sistemi nella stessa custodia. In questo modo si libera spazio nelle sale di controllo e nei locali tecnici per l'espansione dell'impianto e per tecnologie innovative. Lo stabilimento di Beringen appartiene a Chevron Phillips Chemicals International NV (CPChem) dalla fine del 2011. Era stato fondato nel 1991 dalla raffineria finlandese Neste. Lo stabilimento di Beringen si occupa della produzione di polialfaolefine (PAO), utilizzate nella formulazione di oli sintetici e lubrificanti. Si tratta di oli impiegati principalmente nell'industria automobilistica ma anche in altri settori industriali.

Progetto pilota

CPChem ha dapprima lanciato un progetto pilota con un pannello di controllo, le cui schede I/O sono state sostituite da un rack excom. Il rack è adatto a segnali a sicurezza intrinseca per dispositivi di campo nelle zone 1 o 2.... Concluso il progetto pilota con esito positivo, sono stati implementati i progetti successivi che includevano gli excom. Ricerca iniziale del progetto pilota: excom consente di risparmiare molto spazio. Altri sistemi richiedono una barriera per i circuiti a sicurezza intrinseca con i segnali adatti all'uso nella zona 1. Con excom, l'elaborazione dei segnali e la barriera a sicurezza intrinseca sono riuniti in una singola custodia. Grazie al progetto pilota, CPC aveva compreso che sarebbero stati sufficienti solo tre quadri di controllo con excom in sostituzione dei cinque quadri di controllo del vecchio sistema.

Dopo il successo del progetto pilota, CPChem ha sostituito nel 2015 un totale di 172 dispositivi I/O. Nel progetto successivo, nel 2017, altre schede I/O per 720 segnali sono state collegate via excom.

Collegamento rapido al sistema di controllo esistente

Il tempo disponibile per l'installazione della tecnologia I/O era minimo. Sebbene ogni due anni l'impianto di Beringen abbia un periodo di 14 giorni dedicato a ristrutturazioni e ammodernamenti, entro questa finestra temporale era necessario portare a termine molto di più dell'installazione fisica. I nuovi dispositivi dovevano essere messi in servizio ed era necessario testare la loro interazione con il resto del sistema.

 Il fatto che i quadri di controllo di Turck fossero forniti completamente precablati ha costituito un grosso vantaggio: i quadri erano infatti dotati sia dei dispositivi excom che degli speciali pannelli di distribuzione precedentemente utilizzati da CPChem. Il fornitore di servizi di Turck per le soluzioni personalizzate, Turck Mechatec, aveva assemblato quadri elettrici precablati e pronti per il collegamento ai pannelli di distribuzione. Ciò ha ridotto considerevolmente i tempi di installazione per CPChem, poiché era possibile riutilizzare tutti i cablaggi locali.

Un sistema per tutti i segnali

Entro il 2019 deve essere completata anche la migrazione delle schede I/O per segnali non a sicurezza intrinseca. A quel punto, tutti i 2000 dispositivi I/O saranno collegati tramite excom.