Monitoraggio delle presse per carta con soluzione I/O

Il produttore di imballaggi DS Smith controlla le proprie presse per carta dello stabilimento di Erlensee, in Germania, con una soluzione I/O intelligente di Turck

DS Smith è tra i principali produttori di imballaggi e display personalizzati e utilizza cartone ondulato come materiale di base. Fino ad oggi l'azienda ha monitorato manualmente la produzione delle presse per carta nello stabilimento di Erlensee vicino ad Hanau (Germania). Ha recentemente implementato una soluzione completa che fornisce automaticamente informazioni dai sensori laser e da un modulo I/O intelligente su quando le balle delle due presse hanno raggiunto il limite massimo e devono essere spostate. In questo modo è possibile risparmiare molto tempo poiché i dipendenti non devono più controllare continuamente i progressi nella sala adiacente. Il modulo I/O compatto TBEN-S di Turck con il controller di campo integrato ARGEE opera in questa applicazione come controller autonomo, direttamente sul campo, senza necessità di un quadro elettrico.

  • Il ''Balemaster'' fa a pezzi la carta e la comprime in un volume di due metri cubi

  • Il sensore laser LTF12 monitora la produzione delle balle di carta e trasmette un segnale al TBEN-S

  • Il modulo I/O TBEN-S con ARGEE controlla direttamente l'applicazione

  • L'indicatore TL50C indica lo stato del ''Balemaster'' ai dipendenti nella sala adiacente

  • Philipp Freppon (l.) e Manfred Ernst sono colpiti dalla soluzione completa senza quadro offerta da Turck

DS Smith, tra i principali produttori di imballaggi e display personalizzati in Europa, sta preparando il materiale di scarto per il riciclaggio presso lo stabilimento. I ritagli e gli imballaggi difettosi vengono sminuzzati in una pressa per rifiuti, compressi a cubetti e trasferiti nel magazzino. Finora, l'unico elemento mancante era un segnale di feedback dalla pressa. Occorreva sempre il controllo diretto di un dipendente per verificare i progressi della macchina.

Un semplice indicatore luminoso non è sufficiente

Per prevenire questo, è stato necessario utilizzare un sistema che fornisse informazioni sullo stato di avanzamento delle balle. Per garantire lo spegnimento corretto, era necessario un sensore che non solo fornisse informazioni di commutazione ma misurasse anche la distanza, in modo da poter fornire il comando entro la distanza di commutazione specificata. Tuttavia, anche colleghi e dipendenti di passaggio che stanno rimuovendo le balle con un carrello elevatore a forche verrebbero rilevati dal sensore. A ciò si aggiunge il fatto che fattori strutturali impediscono il montaggio laterale del sensore poiché la parete in questione presenta una porta scorrevole. Queste specifiche condizioni presso lo stabilimento SD Smith escludono l'uso di interruttori luminosi o sensori fotoelettrici.

Intelligenza decentrata senza un quadro di controllo 

Manfred Ernst, consulente specializzato in automazione presso Sonepar, ha raccomandato l'uso di un sensore laser di misurazione che, in combinazione con un controller compatto, può valutare i dati e attivare il segnale appropriato. Ernst aveva già avuto modo di conoscere i moduli I/O di Turck con l'ambiente di programmazione integrato ARGEE, testandoli sul sito del cliente.

In occasione del test del sensore laser LTF12 con TBEN-S collegato presso lo stabilimento di Erlensee, Freppon è rimasto molto colpito: "All'inizio pensavo di avere bisogno di un quadro di controllo oltre al sensore. Poi abbiamo trovato il modulo TBEN-S con ARGEE, che si adattava perfettamente alle nostre esigenze. Grazie alle dimensioni compatte può essere installato ovunque e offre un grado di protezione IP67, eliminando così la necessità di un quadro di controllo".

Programmazione intuitiva in pochi istanti

Il timer è stato programmato come condizionale tramite ARGEE. Freppon ha selezionato in questo caso un fattore di 45 secondi. Questo fattore temporale impedisce l'emissione di messaggi di errore causati da persone entro l'area del raggio ottico o da carrelli elevatori di passaggio. Il semaforo a LED TL50 all'esterno dell'area indica lo stato della macchina in qualsiasi momento. Ciò consente ai dipendenti di svolgere il proprio lavoro e richiede un intervento solo quando il segnale è attivato. Queste impostazioni offrono inoltre una maggiore sicurezza.