Sensori offshore certificati ATEX

  • I sensori Namur certificati ATEX di TURCK sfidano le condizioni meteo dell'oceano

  • Dieci sensori induttivi misurano lo stato corrente del manipolatore tubi

Il gruppo Streicher di Deggendorf, Germania, sta costruendo la sua prima piattaforma di trivellazione offshore. L'azienda vanta molti anni di esperienza nello sviluppo e nella produzione di macchinari e tecnologie delle piattaforme. I servizi offerti nel settore della tecnologia di piattaforme e macchinari vanno dagli impianti di perforazione in profondità per petrolio, gas di petrolio ed energia geotermica, ai macchinari per perforazioni orizzontali e la posa di tubazioni senza scavo.

Concept modulare

A lungo, Streicher ha sviluppato e prodotto soltanto progetti di costruzione onshore, ma due anni fa ha cominciato a produrre e costruire la sua prima soluzione offshore. I vantaggi offerta dalla struttura Streicher dipendono dalla sua modularità e dal peso massimo di 11 tonnellate per modulo, per garantire che le gru sulle piattaforme siano in grado di sollevare in sicurezza i moduli. La struttura è, pertanto, particolarmente adatta per il rinnovo e la sostituzione di vecchi impianti.In una prima fase, gli operatori montano i singoli moduli in un capannone dello stabilimento Streicher di Deggendorf. Dopo questi preliminari, l'intera struttura viene montata in un cantiere all'aperto. Completati i controlli funzionali e di sicurezza – e dopo che il cliente ha seguito un corso di formazione – la struttura viene smontata e inviata a destinazione. Il concetto modulare consente di installare la piattaforma in dodici giorni.

Sensori Namur per area esplosiva

Per misurare affidabilmente le posizioni definitive degli innumerevoli elementi mobili di una piattaforma petrolifera, Streicher fa uso di sensori induttivi Turck. Per la nuova struttura vengono adoperati circa 60 sensori. Gli interruttori di prossimità cubici hanno una distanza di funzionamento più elevata, di 20 mm, su bersagli in acciaio e rispondono a tutti i requisiti per l'uso offshore. I sensori Namur sono approvati per la categoria ATEX II 2 G, zona esplosiva 1 e rispondono ai criteri SIL 2 in conformità a IEC 61508. Grazie a speciali morsettiere, i sensori sono semplici da installare.

Partner orientato alla soluzione

Oltre a dar prova dell'affidabilità dei suoi prodotti, Turck si è dimostrato un partner pronto ad accogliere soluzioni innovative, soprattutto per rispondere a sfide speciali. Per soddisfare i requisiti SIL3, era necessario utilizzare due sensori SIL 2 paralleli per controllare e monitorare la posizione della struttura di trivellazione. Dato che lo spazio disponibile è minimo, è stato necessario installare i sensori a distanza ravvicinata. Di solito questo tipo di disposizione comporta delle complicazioni, visto che i sensori induttivi si influenzano reciprocamente.