Encoder senza usura su draga a tramoggia

Gli encoder QR24 di Turck sono esenti da usura e consentono il rilevamento della rotazione di argani elettrici per la draga a tramoggia aspirante

Reimerswaal In precedenza, gli encoder rotativi sugli argani della draga sono durati meno di un anno a causa delle sollecitazioni estreme a cui erano soggetti in alto mare. La società olandese di ingegneria elettrica eL-Tec ha pertanto sviluppato una soluzione priva di usura per rilevare la rotazione dell'argano utilizzando gli encoder induttivi QR24 di Turck.

L'encoder senza contatto offre prestazioni straordinarie, in particolare grazie al design robusto. Poiché per la connessione Profinet si è utilizzato il sistema I/O multiprotocollo BL20 di Turck, l'equipaggio può sostituire facilmente l'encoder. 

  • I sistemi di automazione devono essere robusti e resistere a condizioni ambientali estreme

  • L'encoder QR24 è protetto anche da una piastra in metallo

  • Sander Lensen e Dick de Vries (a destra)

  • Gli argani guidano il tubo di aspirazione, in alto a sinistra, l'encoder rileva la rotazione dell'albero

Una draga a tramoggia scava sabbia e ghiaia dal fondo del mare e le carica nella stiva. La Reimerswaal è una delle più grandi draghe a tramoggia aspirante a trascinamento, con impianto di scarico a secco. I comandi elettronici e l'installazione a bordo sono stati forniti dall'azienda olandese di ingegneria elettrica eL-Tec Elektrotechnologie BV.

 Il tubo di aspirazione centrale viene svolto e guidato da tre cavi in acciaio, con riavvolgimento controllato da argani elettrici. Tre encoder sugli argani rilevano lo svolgimento e il riavvolgimento dei cavi d'acciaio a bordo della Reimerswaal. Sugli argani sono installati altri due encoder che calano e issano due pali di fissazione a prua e a poppa della nave.

Frequenti guasti degli encoder magnetici

Previously, all five winches were fitted with magnetic encoders with an integrated Profinet interface. However, the encoders had to be replaced frequently due to mechanical faults. The high seas are an inhospitable environment for electronic components.

"Quattro su cinque encoder hanno resistito meno di un anno", spiega Sander Lensen, programmatore di eL-Tec, parlando dell'usura a cui erano sottoposti. Lensen deve saperlo. Durante la manutenzione, lui e i suoi colleghi hanno dovuto più volte assegnare un indirizzo IP a nuovi encoder ed eseguire la procedura di apprendimento per i dispositivi.

Esente da usura e plug-and-play

"Il nuovo encoder doveva essere esente da usura e consentire la sostituzione dei dispositivi da parte del personale tecnico a bordo della Reimerswaal", Dick de Vries, responsabile del reparto assistenza di eL-Tec, descrive i requisiti principali del nuovo encoder. "Abbiamo pertanto cercato un encoder che non avesse alcun collegamento meccanico con l'albero dell'argano e che fosse permanentemente sigillato. Con queste caratteristiche abbiamo trovato un solo encoder, fornito da Turck".

Interfaccia Profinet e uscita SSI

EL-Tec utilizza ora la versione assoluta dell'encoder QR24 senza contatto con un'uscita SSI. L'interfaccia Profinet è stata implementata utilizzando il gateway Ethernet del sistema I/O BL20 modulare di Turck. L'encoder è collegato al gateway tramite una scheda ingressi SSI. Ciò rende la soluzione totalmente plug and play. L'equipaggio stesso potrà potrebbe facilmente sostituire gli encoder in caso di guasto. Il gateway memorizza l'indirizzo Profinet ed è possibile mettere in funzione un nuovo encoder senza ulteriore programmazione. Questa opzione non sarebbe possibile con encoder dotati di interfaccia Profinet integrata. "Se la soluzione si dimostra permanente, utilizzeremo il QR24 anche in altri progetti. Fino ad ora i risultati sembrano promettenti".